4-Tra Marche e Umbria

Scarica il programma

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                         Orvieto, Fabriano, Grotte di Frasassi, Montefalco, Bevagna e Perugia.

Dal 6 al 9 ottobre 2016 

3-Tour della Polonia

                                  Viaggio in poloniA

                               DAL 10 al 17 settembre 2016

                     Un tour alla scoperta di questa nazione rimasta per anni lontana dai flussi turistici  a causa della particolare situazione politica: fascino, arte, mistero, storia sono solo alcuni aspetti della Polonia da scoprire a poco a poco durante questo viaggio.  
           La Polonia è forse il paese europeo che meglio dimostra le difficoltà di sopravvivenza di una nazione laddove la geografia rappresenta un tutto “aperto”senza limiti e protezioni naturali. Il territorio è, infatti, parte della grande pianura europea settentrionale.

          La storia della Polonia è così un diretto riflesso della geografia: essa è stata contrassegnata da lotte da parte di un popolo per resistere alla precarietà dei propri confini. Una storia che è stata giocata fra due unità etniche e politiche potenti, quella germanica e quella russa, le cui azioni hanno fatto spesso scomparire la Polonia che tuttavia è sempre riemersa con la vitalità dei popoli tenuti insieme dalle dure prove subite.

     Ciò è dimostrato dagli enormi passi avanti fatti dalla Polonia dopo la sua aggregazione nell’Unione Europea la cui crescita è proseguita anche in tempi di generale recessione e lo sviluppo ha favorito un clima psicologico particolarmente positivo.

     Al viaggiatore italiano, poi, la Polonia regala da sempre riconoscimenti e sorprese. Sono numerosi i legami e le simpatie capaci di far superare le distanze. La corrente di comunicazione che in tempi recenti ha viaggiato in parte sull’asse Wadowice-Cracovia-Roma, le città di Karol Wojtyla, ha radici antiche nel comune secolare patrimonio europeo e negli influssi spesso italiani, cui l’arte e l’architettura polacche devono alcuni dei loro momenti più alti. Nella Varsavia ricostruita, nella bellissima intatta Cracovia, nella affascinante Breslavia, se ne vedono i segni.

      Il turista che visita la Polonia non resterà sedotto solo dai monumenti ma potrà apprezzare anche la proverbiale cordialità ed espansività polacche, oltre che la cucina. E, per finire, si innamorerà del paesaggio naturale fatto di sterminati spazi e variati habitat disseminati da numerosi laghi e le dolci colline della Slesia.

                                                                                                                                       Prof. Lino Campesato                          Info: Lino Campesato tel. 335 5429 269; Vittorio Valentini tel. 328 277 0329

N.B.:Tutte le impressioni e suggestioni citate sono state condivise, anzi esaltate, dai 40 partecipanti al viaggio

                                                                                                                           Scarica il programma                                                                 

Con il patrocinio di cra brendola

last1
ORGANIZZAZIONE TECNICA ELITEVIAGGI SRL 
 

2-Helsinki e Capitali baltiche

                    Helsinki, Tallin, Vilnius e Riga

                          Dal 9 al 16 luglio 2016

                           VIAGGIO NELLE TERRE DELL’AMBRA

   Si potrebbe dire che destinazione di questo viaggio è il Baltico, questo mare interno sul quale si affacciano i quattro paesi che verranno toccati dal nostro itinerario – cioè Finlandia e le tre repubbliche baltiche di Estonia, Lettonia e Lituania.

                Della Finlandia visiteremo la sola capitale Helsinki, “la bianca figlia del Baltico”, dove si concentrano maggiormente le risorse umane ed economiche del paese. Essa è una piccola metropoli molto dinamica, in linea con l’immagine che ci siamo fatti dopo l’entrata della Finlandia nella UE. E’molto gradevole, aperta al turismo con una giusta dose di aggressività, ricca di piacevoli sorprese per l’armonia tra paesaggio urbano e natura, con soluzioni architettoniche alternative rispetto a quelle del resto dell’Europa.

                Dopo il gradevole “assaggio”finlandese, verranno letteralmente attraversate, da Tallin a Vilnius, passando per  Riga, le tre repubbliche baltiche.

                Tre piccoli stati, per noi che viviamo al centro del Mediterraneo, così lontani con storia, tradizioni e costumi diversi sotto molti aspetti. Tuttavia, con la caduta della cortina di ferro e l’ingresso delle tre repubbliche nell’area Schengen, dal 2007 è iniziato per i tre paesi uno sviluppo straordinariamente accelerato sotto tutti i profili, compreso quello turistico.

                E poi, la nomina a “capitale della cultura” di Vilnius per il 2009, di Tallin per il 2011 e di Riga per il 2014 ha dato un grande impulso sia al rinnovamento sia alla realizzazione di sedi museali oltre che al miglioramento ed incremento delle strutture ricettive.

                Sono paesi che meritano senz’altro un viaggio: l’accattivante dimensione paesaggistica, unita alla rilevanza architettonica e all’alto profilo ambientale, testimonianze di rilievo del loro originale contributo al cammino della civiltà, rappresentano uno stimolo più che sufficiente a far le valige.

                                                                                                                            Prof. Lino Campesato

                                    Info: Lino Campesato tel. 335 5429 269; Vittorio Valentini tel. 328 277 0329

N.B.:  I 42 viaggiatori che hanno intrapreso questo viaggio hanno riportato impressioni solo positive, affascinati dalla gente, dai paesaggi e dai monumenti.

Scarica il programma CON IL PATROCINIO1 - Copia
Organizzazione tecnica Elite ViaggI srl