Oman, la terra del Sultano

“Oman, la terra del sultano”

Muscat,  cratere del Biman Sinkhole,

canyon di Wadi Tiwi,  deserto di Wahiba,

villaggi di Birkat Al Mauz e Al Hamra,  forte di Rustaq,

Wadi Gul ed il Gran Canyon,  villaggio di pescatori di Barka

   

dal 30 novembre  al 7 dicembre 2020 

Scarica il programma

 

Molti sono i motivi per visitare l'Oman!

Innanzitutto è una destinazione sicura che offre ai visitatori una varietà di paesaggi: deserto, montagna e mare.

Il viaggio in Oman è partire alla scoperta dell'imperdibile capitale Muscat, salire sulle montagne del Jebel Shams  per contemplare le viste mozzafiato sul canyon del Wadi Gul, percorrere il deserto di  Wahiba. Sono tutti paesaggi così vari r sorprendenti che non lasciano indifferenti.

Per gli appassionati di storia o per i curiosi, l'Oman offre numerosi siti storici e culturali da scoprire: castelli e fortezze, moschee e palazzi, i quattro siti iscritti dall'Unesco come il forte Bahla, senza dimenticare la capitale culturale Nizwa con i suoi musi, le sue vecchie mura e il suo quartiere antico.

Vivere nel pieno deserto rimane unì'esperienza memorabile. Il deserto di Wahiba è perfetto per dormire in uno dei campi tendati e incontrare i beduini allevatori di dromedari.

L'Oman ha saputo conservare un'atmosfera autentica e tradizionale con una vera ospitalità da parte degli Omaniti.

In Oman spaesarsi è garantito. Tra deserto e mare il sultanato offre al viaggiatore una natura eccezionale, ricca e diversificata, ideale per  chi va alla ricerca dei grandi spazi , di spiagge e di cultura.

                                                                                                                               Lino Campesato

info:  328 277 0329; 335 542 9269    

Roma insolita 2020

Roma insolita

(Palazzo del Quirinale, Ostia antica,

Ville d’Este e Adriana, Subiaco)

 

dall’1 al 4 ottobre 2020

Scarica il programma

     Chi non h visto Roma almeno una volta?      Tuttavia anche coloro che a Roma sono “di casa” possono apprezzare un programma che prevede solo alcune mete particolarmente importanti.      Di Roma si prevede la visita di due luoghi istituzionali particolarmente importanti:
  • San Pietro, il più importante edificio religioso della cristianità e sede del capo spirituale della Chiesa Apostolica Romana. Oltre alla basilica è prevista la visita delle Grotte Vaticane con i resti della basilica costantiniana e le sepolture di San Pietro e tanti altri Papi e Re; 
  • Palazzo del Quirinale, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica Italiana, già residenza reale e papale.  
      Fuori Roma altri siti di grande interesse storico-culturale saranno oggetto delle nostre visite.  Innanzitutto il parco archeologico di Ostia Antica, la cui fondazione risale al secondo re di Roma Anco Marzio (620 A.C.) che rappresenta con i suoi resti tanti secoli di storia della grandezza di Roma.     Poi, le due ville di Tivoli.  
  •   Villa Adriana che fu la residenza extraurbana dell’imperatore Adriano. Essa appare come un ricco complesso di edifici estesi su una superficie di 120 ettari.
  • Villa d’Este, voluta dal cardinale Ippolito d’Este, che rappresenta un capolavoro del Rinascimento italiano. Se straordinario è l’edificio, ancora più straordinari sono i suoi giardini con le suggestive fontane.
     Infine, la visita di Subiaco con i due monasteri benedettini più antichi, quello di Santa Scolastica e il Sacro Speco o monastero di San Benedetto.                                                                                                                                       Lino Campesato                                                                                                              info:  328 277 0329; 335 542 9269